Pillole: Ci credi in te?

– Tu ci credi in me?
Chiedeva.
Faceva freddo e Roma era buia. Piazza Bologna era nera, le luci spente e i bar chiusi. Fermi, immobili, rannicchiati nei nostri cappotti pesanti mentre il vento ci sferzava a congelare su una panchina. Più fredda dei due gradi intorno, quella frase.
Non seppi subito cosa rispondere. Ci pensai a lungo. Un silenzio quasi eterno. Lei spazientita si alzò. L’indifferenza trapelata dal mio mutismo la feriva. mi guardò con disprezzo e voltò le spalle.
Fu solo allora che trovai le parole.
– Tu ci credi in te?
Chiedevo.
La sentii singhiozzare.
Mi chiese di abbracciarla.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...