Report Live: The Zen Circus @ Atlantico – per Music Coast To Coast

Proviamo a contestualizzare e a far si che questo scritto non sia il comune, ma mai banale, report di una serata divertente e musicalmente ottima. Proviamo ad immaginare che il Circo Zen, giunto a Roma, sia venuto a fare della propaganda non elettorale, ma sociale, all’Atlantico. Proviamoci.

Come ogni comizio che si rispetti c’è qualcuno che, in un modo o nell’altro, ha l’onore – e l’onere – di riscaldare il pubblico e presentare la portata principale. È toccato a Lucio Leoni, la cui performance, purtroppo non ha ricevuto l’attenzione che meritava. Luci accese, zero atmosfera, e più persone fuori che dentro la sala. Meritava di più, soprattutto perché la sua voce vale, eccome.

Puntuali come da annuncio, intorno alle 22:00 salgono gli Zen Circus sul palco dell’Atlantico, magri e sciupati, ma carichi di energia. Sono pronti a dar vita ai propri brani, a far urlare gli strumenti, a far tremare la sala e soprattutto a dare un paio di colpi, violenti, dritti alla coscienza, sporca, pulita, indifferente, dei presenti in sala. Il circo Zen, effettivamente, fa questo quando suona: porta il pubblico in uno stato di trance assoluta dove è impossibile non pensare, rimanere estranei alle frasi “armate” del gruppo, ai ritmi e alle melodie “fucilanti”. Se poi si pensa che il nuovo disco degli Zen si chiama La terza guerra mondiale, il gioco di parole – e non solo – è servito a tavolino.

L’articolo continua sul sito di Music Coast To Coast

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...