Report Live: Truppi e Tommaso Primo al Monk – per MCTC

Cosa succede a Roma quando Napoli, intesa come artisti di origine napoletani, viene a suonare? Descriverlo è abbastanza complesso, ma è facile immaginare l’effetto che due campioni come Tommaso Primo e Giovanni Truppi (romano certo, ma solo di adozione) fanno sul pubblico.

Pochi pezzi per Tommaso Primo, giovane musicista che fa della vecchia scuola melodica il suo humus fondante nella quale ha inserito tanto di cantautorato. Pochi pezzi che però son sufficienti a convincere il pubblico, non ancora numeroso, del Monk. Viola, Stella, Gioia, cavalli di battaglia di Tommaso che raccontano i vicoli e le particolarità, non le tradizioni di Napoli. Le raccontano in modo convincente, con una presenza scenica senza pecche e una voce dinamica, potente, calorosa. Ma soprattutto le raccontano con il sorriso che, solitamente, ai concerti sembra essere scontato, ma non lo è affatto. Ottimo il supporto dei due musicisti, accompagnatori di Primo, che tra loop di basso, suoni di mandolino, arpeggi di chitarra, e ritmiche acustiche ma dinamiche e precise, hanno dato man forte alla splendida e commovente voce di Tommaso. Buona la partecipazione del pubblico, l’intesa e il tentativo del musicista di coinvolgere i presenti che, alla fine, convinti dal suo estro, hanno creato un’empatia niente male.

L’articolo continua su Music Coast To Coast

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...