Io non ricordo più.

Riflettevo sul ricordo e sul tempo. È sempre stato un mio pallino fisso. In verità, riflettevo su quante volte diciamo di ricordarci di persone e accadimenti avvenuti anni indietro, anche nel medio e nel breve termine. Devo confessare qualcosa di controproducente per me stesso: “Io non ricordo”.
Non è sempre stato così, prima – e parlo di qualche anno fa – ero ossessionato, nel senso morboso e negativo del termine, dalle esperienze passate, dalle persone con cui ho condiviso un pezzo di strada, dal flusso antecedente il presente. Mi arrovellavo sul perché il tempo, inteso come quello vissuto accanto determinate persone o dentro determinate situazioni, dovesse necessariamente trascorrere e perdere d’intensità. Trattenevo quei ricordi con forza per non lasciarli andare, svanire. Mi facevo male, perché certe cose non possono tornare, ricostruirsi o semplicemente rimanere.
Sento spesso parlare di vecchi amici svaniti, di ex-ragazze il cui ricordo ancora oggi ci ossessiona e ammetto con me stesso di aver avuto anche io un bagaglio di cui non volevo, non riuscivo a separarmi.
Ora confesso: “Io non ricordo più”.
La trasformazione è avvenuta abbastanza autonomamente, non saprei indicare una data precisa, un momento esatto in cui le cose sono cambiate. Semplicemente è successo. Così, certe emozioni passate, non riesco a ricordarle, non le sento più mie. Le ho eliminate. A volte mi spiace pensare che non le sentirò più, per quanto mi facessero male. Non sto dicendo che ora sto bene, senza questo bagaglio dimenticato sul sedile di un treno da cui sono sceso. Non sto dicendo di aver superato determinati problemi. Solo, non ricordo più. Sono solo concentrato su quel che è il presente. Mi sento in colpa? Non m’importa. Anche se m’importasse, non lo ricorderei dopo poco.
Ho paura che ciò possa valere per ogni cosa? Sì, molta.
Ma penso che se ho dimenticato determinati momenti, quasi tutti, è perché dovevo far spazio a qualcosa di nuovo, consapevole che comunque in futuro non ricorderò tutto.
Non voglio guarire. Spero solo che possa vivere qualcosa, qualcuno, di cui mi ricorderò per sempre. Mi basta anche solo un momento.

Annunci

8 thoughts on “Io non ricordo più.

  1. Ciao, buona serata. Ho letto questo post grazie alla condivisione di adotta 1 blogger. Mi fa riflettere l’articolo, per una consonanza con alcuni miei pensieri che da un po’ forse mi girano in capo e che proprio oggi, mentre guidavo lungo un rettilineo di camopagna, si sono affacciati a parole. Ci sono luoghi, ancora sotto i miei occhi, che amavo e che adesso mi sono indiffetenti.Potrei raggiungerli senza difficoltà, ma non lo desidero. Tralasciando altri sottopensieri che ingarbuglierebbero il discorso, mi giunge una coinsiderazione. Questa: non dipende dai posti dove siamo, la nostra condizione di serenità, di contentezza, bensì dipende da noi e dalle nostre azioni. SIamo noi, luoghi di noi stessi.
    Grazie per il post così sensibile

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...