Accadde Oggi

L’applicazione di Facebook “accadde oggi” è una botta in petto, fortissima. Per chi ha questo social network da più di cinque anni, e lo ha sempre usato con una certa frequenza, è inevitabile che vi abbia inserito, affidato, una miriade di ricordi, fatti di canzoni, condivisioni, like, etc.
Ad esempio, considerando quello di oggi, ho ricordato di una frase incisa sul rame, di un’amicizia che si è modificata migliaia di volte, di persone con cui ho condiviso anni di vita, spariti, canzoni ascoltate – e postate – ogni anno, lo stesso giorno, senza saperlo, come in preda ad un continuo dejavù. Ho rivisto avventure in aeroporto, uno dei più bei concerti della mia vita, in uno dei momenti peggiori, insieme ad un caro compagno. Ho rivisto dischi recensiti, foto oscene. Momenti.
E averli innanzi agli occhi in pochi istanti, e ricordare, rivivere almeno in parte, così tante cose, persone, attimi, ti lascia spaesato, senza fiato. Pensi: “È troppo”, e vorresti chiuderti in un guscio e non pensarci, dimenticarli, ma ora li hai rivisti e non smetterai mai di farlo, perché il passato è un’ossessione.

Fortunatamente tra questi ricordi c’era una frase che scrissi ad un amico, lo stesso del viaggio e del concerto, in un momento particolare:

Nelle difficoltà, nei momenti in cui non sai chi sei, nei momenti in cui ti sei perso: ricorda, […] ricorda.
Perché il passato ti aiuta a capire chi eri e chi sei adesso.

Allora ci penso, e respiro di nuovo con più calma.

Annunci

2 thoughts on “Accadde Oggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...