Pop o non pop?

Ieri parlavo di cultura pop con un amico. Parlavamo di quanto anche grandi artisti, per raggiungere un pubblico ampio e variegato, si siano piegati ai canoni del pop (nelle sue diverse forme e nei suoi diversi ambiti). Il pop, inteso oggi come cultura di massa, non è affatto un mezzo inferiore, rispetto ad altre tipologie di focus sull’esistenza. È semplicemente un mezzo, attraverso la quale, in modo più diretto e semplice, un messaggio arriva a colpire una quantità di persone che si sentono, inevitabilmente, accomunate da sensazioni macrocosmiche che appartengono ad una vastità definibile, appunto, come massa. Fin qui tutto bene – citando La Haine -. Mi chiedo però: se ogni uomo ha un macrocosmo capace di essere attivato, sensibile dunque, quando un messaggio diretto lo colpisce, possiede anche un microcosmo fatto di sfumature più o meno intense? Credo fermamente di sì, ma sono anche convinto che quel microcosmo sia represso, dimenticato e oscurato. La mancanza di una profonda sensibilità impedisce a segnali, che provano a scavare più a fondo nell’animo, di colpire i giusti recettori. Rimbalzano contro la bolla macrocosmica.
Ovviamente è la natura umana, e non è una colpa attribuibile a nessuno. La riflessione finale, il dubbio che mi perfora, rimane, però ronzante nella mia testa. Se si prova a creare messaggi che colpiscano i recettori microcosmici, senza successo, è giusto tentare cambiar strada, anche solo per un attimo, al fine di creare un segnale pop di facile comunicazione? Oppure è giusto continuare per la propria strada, consapevoli che il messaggio arriverà, sì, ma solo ad una percentuale nettamente inferiore?
Per ora sono bloccato nella scelta. Dirò il vero: anche con un pizzico d’invidia.

Annunci

15 thoughts on “Pop o non pop?

      1. Ciao Sergio forse mi sono spiegata male. Ti posso fare una domanda: tu sai cos’è qualità per te? Se SI, segui il tuo sentire. Questo conta. Le opinioni dei più rimangono solo opinioni. Prima di tutto sei tu che devi apprezzare te stesso, e piacere a te stesso, come le cose che fai devono piacere a te, il resto di solito viene di conseguenza. 🙂 Ti faccio un esempio un pò frivolo: è come se io in quanto donna dovessi vivere in minigonna e con il tacco 12 !!! Ma io amo stare in pantaloni e con scarpe comode, questo non mi ha mai penalizzato, sono arrivate le approvazioni e gli apprezzamenti che dovevano arrivare e io non ho tradito il mio sentire. Questa è solo la mia opinione, poi ognuno sceglie come sperimetare la sua vita 🙂

        Mi piace

      2. La tua visione è giustissima, anzi la più corretta possibile. Ma guardando il problema in modo più “profondo” ci si accorge di quanto seguire solo il proprio pensiero non sia facile, o diventi addirittura impossibile. Vuoi per le influenze, vuoi per i desideri, vuoi per altro si stringono compromessi. Bisognerebbe accontentarsi, certo, ma per natura umana non sappiamo farlo.

        Mi piace

      3. Si seguire il proprio pensiero può non essere facile, comporta delle scelte. Per esperienza posso dirti che io ho impiegato tempo per costruire una vita che rispecchiasse il mio sentire. Ad un certo punto ho compreso che quello che stavo vivendo anche se da fuori poteva essere valutato come positivo (ad esempio una promozione in un lavoro che non mi corrispondeva) non ero io; mi sono data un’intento forte e passo dopo passo, giorno dopo giorno ho fatto una serie di scelte che mi hanno permesso di essere, esprimere, fare ciò che volevo veramente e sentivo. Ho lavorato su di me per avere la vita che desideravo :). I primi ostacoli in realtà sono dentro di noi. Non è facile ma si può fare 🙂

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...