Prego, prevalga pure

È difficile esprimersi, è difficile che mi esprima, in primis, in modo diretto. Resto basito innanzi alla volontà umana di prevaricare sull’altro, è qualcosa che mette tristezza e paura. Ma è la natura (non natura umana, ma proprio natura). Resto invece disarmato quando rappresentanti della nostra razza mostrano senza pudore questa volontà. Non che la dichiarino apertamente, ma in modo così velatamente palese da risultare fastidiosa. Così il professore che invece di esser guida diventa despota, così il musicista che invece di dar consigli sulla scala dorica prende in giro chi conosce solo la minore, così l’editor che per dimostrare di esser bravo deride lo scrittore scarso in modo saccente invece di mettere la propria abilità al servizio altrui. Ci si rifugia dietro le solite scuse: “è una selezione naturale”, “chi sa deve andare avanti”. Quasi fosse normale vivere camminando sulle teste altrui. Non sarà, forse, che gli utilizzatori di questa pratica non hanno altro modo per dimostrare le proprie capacità? Mi piacerebbe intervenire ogni volta che innanzi a me si svolge una situazione simile, eppure mi zittisco. Ma si sa, son codardo. Spero solo che non tutti lo siano al mio pari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...