Recensione: Trentemoller – Fixion; per Music Coast To Coast

16 Settembre, Trentemøller, il musicista danese dedito all’elettronica e all’IDM partorisce un nuovo atteso lavoro che rimescola, come da sua abitudine, le carte in tavola della sua stessa carriera. Fixion, il nome del nuovo disco dell’artista, composto da ben dodici tracce che si allontanano decisamente dai suoni e dalle atmosfere aperte di LostInto the Great Wide Yonder. 

Influenzato, probabilmente, dalle nuove correnti provenienti dalla musica lounge ed ambient, Trentemøller si appresta a comporre un lavoro, di tutto rispetto, ma che perde la sua verve caratterizzante: la forza e l’incisività dell’elettronica e dell’house. Forte l’impronta new-wave, con tonalità cupe dettate da lunghi tappeti di synth e pad ben selezionati, sia dal punto di vista armonico che sonoro, e da giri di basso freddi in stile Joy Division. Un colpo in più verso questa direzione “oscura” è dato dall’uso di batterie sintetizzate che ricreano suoni austeri e macchinosi ma allo stesso tempo coinvolgenti.

L’articolo continua su Music Coast To Coast

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...