Perso

Sogno dentro un sogno,
Perso nel mio personale labirinto,
Il filo tuo ho smarrito, legato al cuore,
Ricordo di un sorriso.

Giro tra le mura, pareti senza età,
Pietra incandescente che brucia la via,
Oscurità serena, silenzio senza eco,
Dimentica la voce, dimentica il ritorno.

Invecchio lentamente,
Raggiro il tempo che m’insegue
E fuggo dalla morte,
Pregando il tuo volto.

Aria cerco, soffoca la gola,
Manna chiedo per la mia lingua secca,
Baci di paura, dietro l’angolo si cela
La bestia senza nome, terrore della forma.

Incubi infiniti, indefinita ansia,
Lo specchio mi rivela il demone che ho in corpo,
Figura delirante di malevoglie nate
Da uova di dolore covate nella brama.

Dimentica la voce,
Dimentica il mio volto,
Rassicurati Arianna,
Teseo tuo è morto.

Annunci

One thought on “Perso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...