Pillole: Il peso di un bacio

Sognai.
Sognai così forte che mi sentì schiacciato dal peso del sogno.
Sognai tanto intensamente da svegliarmi continuando allo stesso tempo a sognare. Ero lucido, consapevole di tutto ciò che mi stava accadendo.
Sognai una donna, la sognai nuda. Ero nudo anch’io.
La sognai venire da lontano, da una nube di vapori che provenivano dal basso. Camminava decisa verso di me, ed io, immobile, stavo lì a guardarla.
La sognai bionda, con capelli lunghi e occhi verdi, i fianchi stretti, i seni piccoli e lunga braccia che muoveva piano verso l’alto mentre, passo dopo passo, si avvicinava a me. Ancheggiava portando sinuosamente una gamba innanzi all’altra, perfettamente simmetriche, lunghe, camminava sulle punte e portava un sottile bracciale d’argento alla caviglia destra. I suoi capezzoli, piccoli, erano duri e puntavano al mio viso, così come i suoi occhi. Camminava poggiando i piedi su di un immaginario pavimento nero, mentre io immobile, sporco, nudo, ridicolo, non riuscivo a dire una parola e nemmeno a chiudere la bocca, spalancata e sciocca come me. Ero indifeso, in balia del suo incedere ipnotico. Una statua.
Finalmente arrivò a me, allungò le sue mani sulle mie spalle poggiando gli avambracci su di esse e incrociando i polsi dietro la mia nuca. Mi guardò negli occhi e mentre mi legava a sé con i suoi smeraldi, poggiava il suo corpo nudo e bellissimo sul mio aderendo perfettamente, i seni sul mio petto, i bacini in un abbraccio, gli organi si univano. Tremai.
Tremai così forte che mi uscì il sangue dal naso, lei sorrise e avvicino il suo naso al mio, le sue labbra alle mie poggiandole dolcemente. Non tremai più.
Sognai il suo bacio.
Lo sognai così forte che ne sentì il peso. Un macigno così intenso che non ho mai dimenticato. Un peso così dolce che si trasformò nel mio ricordo più dolce.
Sognai la perfezione tangibile in un sogno. Sognai il peso di un bacio. La felicità che non sentivo più, la rivolta contro la mia tendenza ad accontentarmi, la cura per la mia depressione, la rivalsa contro il mio abbandono. Trovai quella forza nella finzione del sogno, più vera della realtà.
Da allora in ogni contatto cercai quel peso, trovandolo solo poche volte, ed ogni volta era come tornare in quel sogno.
Da allora il peso di un bacio fu per me il parametro dell’amore.

Annunci

2 thoughts on “Pillole: Il peso di un bacio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...