Roz Chast, la disegnatrice ‘icona’ del New Yorker – per Fumettologica

Rosalind “Roz” Chast non è un nome particolarmente noto in Italia. Eppure si tratta di una delle più complesse e distinte voci del fumetto americano degli ultimi quarant’anni. Un’autrice capace di ricreare sulle sue tavole l’ansietà, la bellezza e i pericoli della vita quotidiana.

Vignettista al servizio come ‘staff cartoonist’ per il New Yorker – uno dei simboli del giornalismo culturale statunitense, celebre per la sua attenzione alla letteratura ma anche all’illustrazione contemporanea – Rosalind Chast nasce il 26 Novembre 1954 a Brooklyn. Figlia di George ed Elizabeth Chast, deve a loro la propria prematura passione per il disegno, dato che, come ha affermato:

I miei genitori avevano già quarant’anni quando nacqui, ero solo una bambina e molti dei loro amici non avevano figli, così per tenermi occupata e calma mi forzavano a disegnare qualcosa che mi piacesse dicendomi: «Qui ci sono fogli e colori. Ora silenzio!». E io mi divertivo così.

Spinta dalla volontà dei propri genitori, Rosalind Chast ha dedicò quasi tutta la propria gioventù agli studi, frequentando e diplomandosi con ottimi voti alla Midwood High School a Brooklyn e coltivando, intanto, la sua passione per il disegno vignettistico. Il Kiwanis Club fornì a Roz la sua prima affermazione artistica quando vinse il concorso indetto dal club per il miglior poster sul tema “Onora l’America”; la giovane disegnatrice, partecipando quasi per scherzo, vinse il primo premio con un disegno rappresentante un gruppo di persone in piedi in strada con scritto sopra le loro teste “Honor America”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...