David Mitchell entra nella Future Library, dove i libri si leggeranno tra cento anni – per Cultora

David Mitchell, autore di Cloud Atlas, libro divenuto famoso grazie alla sua trasposizione cinematografica, ha completato il suo nuovo lavoro che, però, non sarà letto fino al 2114. Infatti, Mitchell è il secondo autore ad aver contribuito al progetto artistico di Katie Peterson: Future Library.

Ma cos’è Future Library? Visitando il sito del progetto scoprirete un’idea davvero niente male che qui si riassume. Future Library è un’iniziativa partita due anni fa, quando Katie Peterson, artista scozzese, ha deciso di far piantare mille alberi nella foresta Nordmarka in Oslo. Questi alberi, in pratica, tra cento anni, una volta cresciuti, serviranno a produrre la carta per la stampa, la creazione e la pubblicazione di cento libri che andranno a formare una “biblioteca del futuro” che, con ogni probabilità, non potremmo leggere mai.

L’articolo continua su Cultora

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...