Le fragole di Battipaglia, una delizia impareggiabile – per TDC

La Campania è la principale regione italiana produttrice di fragole (35%), seguita dall’Emilia Romagna (16%), e che nell’aria di Battipaglia assumono, per l’appunto, la tipica e tutta locale denominazione di “Fragole di Battipaglia”.

La fragola (Fragaria vesca) è l’omonimo frutto di una pianta perenne di origine europea (zone alpine), asiatica e dell’America del nord e del sud, appartenente alla Famiglia delle Rosaceae. E’ un frutto caratterizzato da un ottimo profumo e un sapore dolce, che cresce spontaneo nei nostri boschi, dove è ancora possibile trovare la sua progenitrice: la fragolina di bosco, una pianta di piccole dimensioni con frutti molto piccoli e profumati. La fragola che siamo abituati a mangiare ai giorni nostri, ha origine molto antiche: la prima varietà coltivata risale agli inizi del Settecento in Francia.

In quel periodo infatti, Frézier, un ufficiale del genio francese, fu mandato in Cile, e al suo ritorno portò con se la specie indigena di fragola da cui derivano tutte le varietà coltivate oggi. Un giardiniere del Re Sole, che utilizzava la fragolina di bosco per scopi ornamentali, fu l’iniziatore della selezione della fragola a scopo alimentare: la necessità di ottenere frutti più grandi e meno delicati ha portato poi alla selezione di molte varietà che oggi vengono coltivate spesso sotto serra.

L’articolo continua su Terre di Campania.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...