Daniele Sepe – Capitan Capitone e i fratelli della costa per MCTC

È davvero difficile avvicinarsi ad un lavoro mastodontico come Capitan Capitone e i fratelli della costa per poterlo recensire, principalmente per due motivi. Uno: è impossibile ascoltare l’intero disco di 21 tracce senza ridere ad ogni brano; due: è un cd talmente bello e ben fatto che ogni parola spesa in suo favore risulterebbe superflua. Per questo motivo, meglio raccontare il disco, le emozioni che veicola, la sua storia e lo spirito nascosto al suo interno.

Il Capitan Capitone, nome d’arte di Daniele Sepe, Zio acquisito di tutti i musicisti di Napoli facente parte della scena indie-underground o cantautoriale parteonepa, un bel giorno si sveglia e decide di radunare una ciurma di uomini incredibili per intraprendere un particolare viaggio. Un viaggio attraverso la musica, quella vera, quella bella, genuina, che non si crea a tavolino ma che nasce, in primis, sul momento per poi essere sviluppata in maniera convenzionale. Così tra una jam e un’idea un po’ folle le canzoni del Capitano prendono forma, piano piano, arricchendosi e abbellendosi sempre più. Daniele Sepe, da bravo comandante della sua ciurma, con l’entusiasmo di un giovanotto di appena diciotto anni ha curato, quasi come un direttore d’orchestra, i suoi scalmanati “mozzi” dando loro indicazioni e seguendo in prima persona tutte le fasi di realizzazione del disco, pur lasciando libero l’estro creativo di ogni filibustiere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...