Zeppole di San Giuseppe, un must campano per TDC

Un tempo preparata in casa, oggi è il dolce protagonista delle vetrine delle pasticcerie campane.

Nata come dolce “povero”, fatto con ingredienti facilmente reperibili in ogni casa, la zeppola, al pari di tante altre preparazioni della cucina partenopea, ha guadagnato gli onori delle tavole più raffinate e ormai fa bella mostra di sé nelle vetrine delle migliori pasticcerie in quasi tutti i periodi dell’anno.

Il 19 marzo, però, la zeppola trionfa su tutti gli altri dolci: nessun napoletano, infatti, farebbe a meno di gustare almeno una di queste prelibatezze dal sapore ricco e pieno, farcite di crema pasticciera, il cui gusto e colore si amalgamano perfettamente con quello delle amarene sciroppate che le guarniscono. Diverse le teorie sull’origine del nome, una delle più accreditate afferma che il termine zeppola derivi dal latino serpula, con riferimento alla forma.

Anticamente le massaie napoletane (ma ancora oggi si può incontrare qualche anziana signora che segue tale procedimento) preparavano due tipi di impasto: uno in cui mescolava alla farina anche patate lesse e schiacciate e uno chiamato sciù ( la pasta choux in napoletano). Il primo impasto, fatto di farina, patate, burro, uova, lievito (meglio se si aveva a disposizione il cosiddetto “criscito”) doveva appunto lievitare: una volta “cresciuto” se ne ricavava dei serpentelli che venivano arrotolati su se stessi, lasciati ancora lievitare per circa un’ora e poi fritti in olio e sugna. Cosparse di zucchero e talvolta con un velo di miele, queste speciali frittelle erano deliziose da mangiare calde e buonissime anche fredde.

Annunci

One thought on “Zeppole di San Giuseppe, un must campano per TDC

  1. preferisco la ricetta fritta e soprattutto quella fatta in casa, come tu scrivi, ma purtroppo questa non la so preparare ed è quasi impossibile da trovare in giro, almeno dalle mie parti (e non ho nessuno che me la prepari..)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...