Puzzle

Sono sempre stato convinto che ognuno di noi è composto da piccoli pezzi, piccoli tasselli di un puzzle. Queste varie forme che vanno ad incastrarsi l’una con l’altra rappresentano le persone, le esperienze, i desideri e i fallimenti che caratterizzano il nostro percorso. Nulla di più.

I tasselli sono bianchi, nascono tali affinché possano essere colorati in modi diversi, e possano essere riempiti di colori, di mille sfumature.
Cosa accade però quando un tassello si colora di nero? Come un cancro si estende a tutti gli altri pezzi, che pian piano assumono la stessa scura tinta: assenza di colore. Un nero così forte e indelebile, incapace di mutare nuovamente in rosso, giallo, blu…
I pezzi si oscurano e l’interezza del nostro essere con loro. Il merito di tale metamorfosi di chi è? Di noi stessi, in prima persona, che ci lasciamo divorare da paure, sensazioni, ansie, talvolta inesistenti eppure così tangibili. Degli stessi tasselli, troppo deboli, troppo evanescenti per non corrompersi, per reagire, per aiutarci a superare l’oscurità.
Così l’uomo diventa cinico e smette di provare, di sentire, di amare. Di sorridere.
Così l’essere si annulla e ne resta un guscio duro, con all’interno un universo di demoni che in un turbinio macabro divora le pareti dello stomaco, del cuore, dell’anima. Il buio prende il sopravvento e pian piano, giorno dopo giorno, ci trascina in fondo, sempre più a fondo.
“Fregatene”. Ma come si fa?
Così l’uomo resta solo, cieco, al buio. Senza possibilità di salvezza, senza volontà di aiuto, abbandonato a se stesso, in una realtà che diventa una malattia.
Cinismo, è la parola chiave.
Annunci

4 thoughts on “Puzzle

  1. Condivido le tue riflessioni e anche sull’attribuzione delle colpe, purtroppo però nessuno è invincibile e talvolta per ritornare alla policromia possono occorrere anni.

    Mi piace

  2. A volte, però, può succedere anche il contrario, cioè che quel tassello nero rimanga lì dov’è, immobile, senza contagiare gli altri tasselli colorati. Resta, non scompare, ma continua ad essere parte di noi. Resta a ricordarci che siamo stati o ciò che potremmo diventare, se lasciassimo che tutti i tasselli si colorassero di nero, se non scegliessimo di far prevalere il colore nella nostra vita. Resta, forse, per farci capire che è anche grazie a quell’unico tassello nero se tutti gli altri pezzi del puzzle risplendono.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...