Web interview: Shut Up Munch per MCTC

Una band interessante, campana, e giovane: un mix perfetto che promette un futuro ricco di successi. Gli Shut Up Munch, protetti di Casa Lavica, potrebbero essere il gruppo rivelazione del 2016 dell’Etichetta che ha visto nascere Urban Strangers. Abbiamo fatto loro qualche domanda sul loro primo lavoro: Rapporti di forza.

– Shut Up Munch, nome curioso per una band che da un paio di anni a questa parte si sta facendo conoscere nel territorio campano. Cosa rappresenta questo contrasto al grido dell’artista Munch? Le parole perdono importanza?

Oggi molti mezzi di espressione, non solo quelli verbali o scritti ma anche le stesse immagini sono vittima della tecnologia, molte cose che prima avevano un valore espressivo (come l’urlo) oggi si confonderebbero col rumore di fondo di questo vociare distruttivo senza poter smuovere nulla. Il silenzio, il valorizzare e dosare le parole, e non solo quelle, è l’unico reale mezzo di rottura con tutto ciò.

Il resto qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...